\ Federico

I messaggi che invii in questa chat e le chiamate sono ora protetti con la crittografia end-to-end

E’ così che qualche tempo fa whatsapp ci ha dato il buongiorno. Leggendo di sfuggita questo breve messaggio però già ci sentiamo sollevati e rilassati. Periodicamente infatti emergono notizie, girano voci, nascono catene su eventuali pagamenti, tariffe extra e supplementi da pagare per continuare a comunicare in uno dei nostri modi preferiti. Bisogna quindi ringraziare la popolarissima applicazione perchè ha migliorato la sicurezza e la tutela della nostra privacy. Non bisogna infatti trascurare che ci sono tante applicazioni che sono tutt’ora pericolose o insicure e che attacchi via Wi-fi e bluetooth sono ipotesi da non scartare mai,anzi. Per questo motivo, sentirsi protetti in un’attività giornaliera non fa che renderci più sereni nell’utilizzo dei dispositivi che utilizziamo ogni giorno.

La stessa azienda proprietaria, che dal 2014 è Facebook Inc, spiega tramite il suo blog istituzionale che: ” L’idea è semplice, quando mandi un messaggio, l’unica persona che può leggerlo è quella (singola o di gruppo) a cui lo hai indirizzato. Nessun altro può intercettarlo, né cybercriminali né hacker o regimi autoritari, nemmeno noi. La crittografia end-to-end ci aiuta a rendere le comunicazioni su WhatsApp private, come se si svolgessero faccia a faccia“.

Grandissimo passo in avanti quindi, proprio in un momento storico in cui l’accessibilità ai nostri dati sensibili viene spesso messa a rischio. Avere una tutela del genere è per noi fonte di estrema sicurezza e serenità. Sicuramente per l’azienda di Palo Alto riuscire a garantire tale servizio è un altro grandissimo successo. Se già eravamo le eravamo affezionati, adesso il nostro sentimento è indubbiamente cresciuto in maniera esponenziale.

Commenti

Seguici sui social
Post Popolari